Telefono (Alexander Graham Bell)

Telefono (Alexander Graham Bell)

Il dispositivo che trasmette la voce umana convertendola in segnali elettrici fu inventato da Bell nel 1876.

Tecnologia

Etichette

telefono, Bell, apparecchio telefonico, unità trasmittente, unità ricevente, telefonata, connessione telefonica, telecomunicazione, brevetto, microfono, qualità del suono, tecnica

Extra correlati

Scene

La casa di Alexander Bell

  • unità trasmittente
  • unità ricevente
  • cavo
  • Alexander Graham Bell
  • Mr. Watson

Padre del telefono

Alexander Graham Bell (Edimburgo, 1847 - Baddeck, 1922) nacque in Scozia. Suo padre era un ricercatore di fonologia acustica (la descrizione fisica dei suoni del linguaggio). Il giovane Bell studiò principalmente a casa e da autodidatta. Inizialmente lavorò come insegnante in una scuola privata per sordi. Fu il primo a sviluppare un sistema per l'educazione dei sordi e dei muti. Si trasferì negli Stati Unitinel 1871, dove divenne professore all'Università di Boston. Studiò la sordità ereditaria e lavorò sulla costruzione di apparecchi acustici. L'idea del telefono gli venne in mente nel 1875, sviluppando ulteriormente le proprie intuizioni precedenti. Questa teoria venne messa in pratica nel 1876, quando brevettò l'apparecchio. Fondò la sua compagnia un anno dopo, la quale verso la metà degli anni 80 del 1800 divenne un'impresa multinazionale.

Animazione

  • unità trasmittente
  • unità ricevente
  • membrana
  • bobina
  • cavo

Il primo telefono di Bell

  • unità trasmittente
  • unità ricevente
  • membrana
  • bobina
  • cavo

Il telefono di Bell

Il primitivo sistema sviluppato da Bell consisteva in un'unità trasmittente, un'unità ricevente e un collegamento (cavi) tra queste. L'apparecchiatura di Bell aveva all'interno un diaframma (una membrana), con un magnete permanente collegatovi. Le onde sonore facevano vibrare il diaframma, che a sua volta causava la vibrazione del magnete avvolto nella bobina. Questo induceva la corrente elettrica nella bobina, che veniva poi inviata all'unità ricevente attraverso cavi. Là la corrente magnetizzava la bobina, che così produceva vibrazioni nel diaframma e generava onde sonore.

Sebbene lo stesso Bell conducesse esperimenti con microfoni, la vera svolta fu l'invenzione del microfono a polvere di carbone nel 1878, poiché questo strumento migliorò in modo significativo la qualità del suono.

Un "miglioramento nella telegrafia"

Un telefono è un dispositivo di telecomunicazione che trasmette la voce umana sotto forma di segnali elettrici. L'invenzione del telegrafo di Morse fu il primo passo nello sviluppo del telefono, poiché fu il primo dispositivo a trasmettere segnali elettrici. Dalla metà del XIX secolo, numerosi scienziati e inventori lavorarono allo sviluppo di un prototipo. Bell fu il primo ad aver avuto la sua rivoluzionaria invenzione brevettata, nel 1876. In seguito l'invenzione conquistò il mondo. Oggi (con molti miglioramenti, ovviamente) il telefono è uno degli oggetti più basilari e conosciuti nella vita quotidiana.

La prima telefonata

Il telefono di Bell

Il primitivo sistema sviluppato da Bell consisteva in un'unità trasmittente, un'unità ricevente e un collegamento (cavi) tra queste. L'apparecchiatura di Bell aveva all'interno un diaframma (una membrana), con un magnete permanente collegatovi. Le onde sonore facevano vibrare il diaframma, che a sua volta causava la vibrazione del magnete avvolto nella bobina. Questo induceva la corrente elettrica nella bobina, che veniva poi inviata all'unità ricevente attraverso cavi. Là la corrente magnetizzava la bobina, che così produceva vibrazioni nel diaframma e generava onde sonore. Sebbene lo stesso Bell conducesse esperimenti con microfoni, la vera svolta fu l'invenzione del microfono a polvere di carbone nel 1878, poiché questo strumento migliorò in modo significativo la qualità del suono.

Sebbene lo stesso Bell conducesse esperimenti con microfoni, la vera svolta fu l'invenzione del microfono a polvere di carbone nel 1878, poiché questo metodo migliorò in modo significativo la qualità del suono.

Narrazione

Alexander Graham Bell nacque a Edimburgo, in Scozia. Studiò all'università di Edimburgo, poi all'università di Londra. Si trasferì negli Stati Uniti, dove divenne professore di fonetica acustica presso l'Università di Boston. Insieme al padre fece ricerche sulla sordità ereditaria. Sviluppò inoltre un sistema di scrittura fonetica chiamato "Visible Speech", usato per aiutare i sordi a imparare a parlare. In seguito cominciò a interessarsi nello sviluppo di un dispositivo in grado di trasmettere la voce umana.

Le sue idee presero forma nel 1876, quando brevettò il suo dispositivo basato sui principi del telegrafo di Morse.

Il telefono di Bell consisteva in un'unità trasmittente e un'unità ricevente, collegate tra di loro via cavo. L'imbuto dell'unità trasmittente trasmetteva i suoni della voce sulla membrana. Le onde sonore facevano vibrare il diaframma, che a sua volta causava la vibrazione del magnete avvolto nella bobina. Questo induceva la corrente elettrica nella bobina, che a sua volta la inviava all'unità ricevente attraverso cavi. Là la corrente magnetizzava la bobina, che così produceva vibrazioni nel diaframma e generava onde sonore che lasciavano l'imbuto dell'unità ricevente sotto forma di voce umana attraverso un imbuto di uscita.

Il dispositivo di Bell rivoluzionò in breve tempo le telecomunicazioni. Tuttavia, l'attribuzione di questa invenzione a Bell, inventore indubbiamente produttivo, è stata messa in discussione. Agli inizi degli anni 2000, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha ufficialmente attribuito l’invenzione del telefono all'italiano Antonio Meucci, che aveva lavorato anche nel laboratorio di Bell. È un fatto incontestabile che Bell fu il primo ad ottenere il brevetto per questo dispositivo rivoluzionario.

Extra correlati

Telegrafo (Samuel F. B. Morse)

Nel 1837, presso l'Università di New York, l'inventore americano Morse, presentò la sua invenzione che rivoluzionò il mondo delle telecomunicazioni.

Come funziona? - Radio

L'animazione presenta la struttura e il funzionamento della radio.

Fonografo e grammofono

Il fonografo inventato da Edison registrava e riproduceva suoni utilizzando un cilindro mentre il grammofono di Berliner riproduceva suoni registrati su dischi.

Computer fisso

L'animazione presenta la struttura e le periferiche più importanti di un computer fisso.

Computer portatile, periferiche

Vari tipi di periferiche possono essere collegate ai computer portatili.

L’evoluzione dei televisori

La televisione, inventata nei primi anni del XX secolo, divenne una delle forme fondamentali di intrattenimento

Come funziona? - Telefono cellulare

L'animazione presenta la struttura e il funzionamento del telefono cellulare.

La lampadina di Edison

L'ingegnere elettrico americano Edison inventò la lampadina nel 1879, ciò cambiò molto il nostro stile di vita quotidiano.

Come funziona? – Televisore al plasma

L'animazione presenta la struttura e il funzionamento del televisore a plasma.

Come funziona? - Televisore a cristalli liquidi

Il funzionamento degli schermi LCD è basato sulle proprietà ottiche di particolari sostanze denominate cristalli liquidi.

Added to your cart.