Stratificazioni dei boschi

Stratificazioni dei boschi

Le stratificazioni di una foresta possono variare in base al tipo di bosco.

Biologia

Etichette

stratificazione, foresta pluviale, foresta monsonica, foresta di querce, faggeta, pineta, foresta, giungla, strato arboreo, strato arbustivo, strato erbaceo, albero, perenne, estrazione del legname, flora, ecosistema, legnoso, biomi, adatto all'ombra, concorrenza, rampicanti, orchidea, epifite, sempreverde, deciduo, precipitazioni, pianta, biologia

Extra correlati

Scene

Foresta pluviale tropicale

Foresta monsonica

Foresta temperata di querce

Foresta temperata di faggi

Foresta temperata di conifere

Biomi (grafico)

Biomi (flora)

Narrazione

Foresta pluviale tropicale

Le foreste pluviali tropicali si formano nelle regioni più umide delle zone tropicali, dove non c’è alternanza di stagioni, e ricevono tra i 2.000 e 5.000 mm di pioggia. Si tratta di foreste sempreverdi con una grande varietà di specie. Il terreno è povero di sostanze nutritive, perché i nutrienti sono assorbiti dalla ricca vegetazione e lavati via dalle precipitazioni. A causa dei tre strati (emergente, baldacchino e sottobosco), la concorrenza per la luce è spietata. Gli strati arbustivi e erbacei ricevono poca luce, a causa dei tre strati baldacchino. Per questo motivo sono costituiti da piante adatte all'ombra.

Foresta monsonica

Le foreste monsoniche si sviluppano vicino alle foreste pluviali, nelle regioni della zona tropicale. Ogni anno queste aree ricevono meno di 2.000 mm di precipitazioni e dispongono di una breve stagione secca. Dall’alternanza delle due stagioni si sviluppano alberi decidui. Il baldacchino della foresta monsonica è più permeabile di quello della foresta pluviale tropicale, così qui gli arbusti e gli strati erbacei sono più sviluppati.

Foresta di querce

Le foreste decidue temperate sono presenti nelle aree della zona temperata che ricevono 500 mm di precipitazioni annue. Un importante tipo di foresta decidua temperata è la foresta di querce. Alcune foreste di querce hanno uno strato baldacchino. Tuttavia, se oltre alle querce sono presenti anche altre specie, queste ultime formeranno lo strato baldacchino inferiore. Nelle foreste di querce il baldacchino è relativamente rado, permettendo a una grande quantità di luce di passare, così gli strati erbacei e arbustivi sono abbastanza sviluppati.

Foresta di faggio

I boschi di faggio sono tipici delle zone più fredde della zona temperata, a 600-800 metri di altezza sul livello del mare. Il baldacchino di queste foreste sale a circa 30 metri; è denso, consentendo a poca luce di passarvi attraverso. Poiché vi è una forte concorrenza per la luce, gli alberi sono alti, facendosi strada in senso verticale. Gli strati erbacei e arbustivi sono scarsi e principalmente consistono di piante che tollerano l'ombra e di piante bulbose primaverili che fioriscono prima della comparsa delle foglie.

Foresta di conifere

Questo è un tipo di foresta sempreverde tipica della zona temperata fredda. Qui gli alberi raggiungono un'altezza di 30-40 m e lo strato della chioma è impenetrabile, permettendo a poca luce di passare. Il terreno ha un basso contenuto di nutrienti. Ciò è dovuto al freddo e al fatto che gli aghi hanno un'alta concentrazione di cera e di resina, che rallenta la decomposizione causata da batteri e funghi che determina la formazione di humus. Come risultato, lo strato arbustivo ed erbaceo è abbastanza rado.

Biomi

In entrambi gli emisferi del nostro pianeta, le zone torride, temperate e fredde possono essere chiaramente distinte. La zona torrida si trova lungo l'equatore, compresa tra il Tropico del Cancro e il Tropico del Capricorno. La zona temperata si trova tra i Tropici e i circoli polari. Qui possiamo distinguere tra zone temperate calde, zone temperate vere e proprie e zone temperate fredde. La zona fredda si trova nelle regioni polari.

Nelle zone torride e temperate, con l'aumento della media annuale delle precipitazioni, i deserti e le praterie sono sostituiti da foreste. Mentre ci muoviamo verso il clima più freddo, le aree erbose e forestali hanno una minore piovosità. Questo accade perché l'evaporazione è più bassa in zone fredde, perciòle piante possono sopravvivere anche se ricevono poca pioggia.

La zona torrida può ricevere fino a 5.000 mm di precipitazioni. Con la diminuzione delle precipitazioni monsoniche, le foreste pluviali tropicali lasciano il posto a foreste monsoniche, seguite da savana boscosa e savana. I deserti si formano in aree che ricevono meno di 200 mm di pioggia.

Le foreste pluviali temperate sono presenti nelle zone più umide della zona temperata. Nella zona temperata calda, le foreste pluviali temperate sono sostituite da foreste subtropicali sempreverdi (foreste con foglie dure e alloro) a causa della diminuzione delle precipitazioni. Le zone temperate vere e proprie registrano meno precipitazioni, e boschi di latifoglie e deserto erboso sono molto comuni. I deserti erbosi sono chiamati steppe in Eurasia, pampa in Sud America e praterie in Nord America. I deserti secchi sono presenti nelle aree più aride della zona temperata.

La foresta della zona temperata fredda è la taiga, che è la più grande foresta di conifere del nostro pianeta.

La tundra si trova nella zona fredda. Nella tundra la vegetazione è composta da arbusti nani, licheni e muschi. Lontano dal Circolo Polare Artico, le zone artiche sono coperte di neve permanentemente, pertanto le piante vascolari non possono sopravvivere qui.

Extra correlati

Confronto tra monocotiledoni e dicotiledoni

Le angiosperme sono divise nelle due classi delle monocotiledoni e delle dicotiledoni.

Il tiglio selvatico

Questa specie di albero, originaria del bacino pannonico, cresce lentamente ed è relativamente...

La colza

La colza è una pianta ad alto rendimento che diventa sempre più importante. Vediamo come si può...

Il seme e la germinazione

I semi dicotiledoni possiedono due cotiledoni (foglie embrionali), mentre i semi...

Il mughetto

Pianta originaria delle regioni temperati di Europa e Asia che si trova prevalentemente nelle...

Farnia

L'animazione presenta i cambiamenti stagionali degli alberi utilizzando l'esempio della...

Fotosintesi clorofilliana (livello elementare)

Le piante sono capaci di sintetizzare sostanze organiche (zuccheri) a partire da sostanze...

I muschi

I muschi sono piante terrestri; molti di loro preferiscono habitat umidi.

Added to your cart.