Scoperte geografiche (XV–XVII secolo)

Scoperte geografiche (XV–XVII secolo)

Scoperte geografiche leggendarie non solo ridisegnarono le mappe, ma ebbero anche un'importanza veramente fondamentale.

Storia

Etichette

scoperta, Cristoforo Colombo, Bartolomeu Dias, Vasco da Gama, Amerigo Vespucci, Ferdinando Magellano, Jacques Cartier, Willem Barents, Abel Tasman, Francis Drake, Henry Hudson, Terra, Nuovo Mondo, bussola, astrolabio, navigazione, nave, Oceano Pacifico, Buona Speranza, passaggio a nord-ovest, regione polare, costa, America, India, Africa, Tasmania, Nuova Zelanda, Australia, portoghese, spagnolo, italiano

Extra correlati

Scene

Terra

Bartolomeo Diaz

Cristoforo Colombo

Vasco da Gama

Amerigo Vespucci

Ferdinando Magellano

Jacques Cartier

Sir Francis Drake

Willem Barents

Henry Hudson

Abel Tasman

Narrazione

L'esploratore portoghese Bartolomeo Diaz iniziò il suo viaggio nel 1487, su richiesta del re del Portogallo. Lo scopo della sua spedizione era quello di scoprire un passaggio verso l'Oceano Indiano e raggiungere la punta meridionale dell'Africa. La spedizione venne portata a termine con successo nello stesso anno: l'esploratore riuscì a raggiungere il Capo di Buona Speranza, considerato all'epoca il punto di incontro dei due oceani.

L'esploratore di origine italiana Cristoforo Colombo partì nel 1492, sponsorizzato dal re di Spagna. Il suo scopo era quello di raggiungere l'India navigando verso ovest. Anche se la sua avventurosa spedizione non conseguì il risultato desiderato, essa fu comunque di particolare importanza, poiché portò alla scoperta del continente americano, fino ad allora sconosciuto agli europei.

L'esploratore portoghese Vasco Da Gama partì per l'India nel 1497. Basandosi sulle scoperte dei decenni precedenti, aveva lo scopo di raggiungere l'India circumnavigando l'Africa. L'esploratore raggiunse il suo obiettivo nel 1498, realizzando il sogno del re Enrico il Navigatore.

A cavallo tra il XV e il XVI secolo l'esploratore italiano Amerigo Vespucci compì diverse spedizioni verso il nuovo continente scoperto da Colombo. Il suo obiettivo era quello di mappare le isole del nuovo continente, che chiamò Nuovo Mondo. Vespucci fu il primo a sostenere che il nuovo territorio scoperto fosse un nuovo continente: in tal modo, esso venne chiamato con il suo nome anziché con quello di Colombo.

La flotta dell'esploratore portoghese Ferdinando Magellano iniziò il suo viaggio leggendario nel 1517, nella speranza di scoprire un passaggio attraverso o attorno l'America e di raggiungere le Isole delle Spezie navigando verso est. La spedizione fu un successo: la flotta fu la prima a navigare dall'Atlantico al Pacifico attraverso lo stretto che prende il nome dall'esploratore portoghese. Anche se il capitano perse la vita nelle Filippine, una delle sue navi riuscì a tornare in Europa nel 1522. L'equipaggio della nave fu il primo a circumnavigare il globo.

L'esploratore francese Jacques Cartier compì diverse spedizioni in Nord America, nel territorio dell'odierno Canada, a partire dal 1524. Sperava di scoprire il leggendario Passaggio a Nord Ovest tra l'Atlantico e il Pacifico. I successi del suo viaggio includono la mappatura della zona intorno al fiume San Lorenzo e la fondazione della prima colonia francese nel continente americano.

L'esploratore inglese Francis Drake era un corsaro a cui, sotto il regno della regina Elisabetta I, venne concesso il cavalierato. La sua fama non è dovuta solo ai suoi successi contro gli spagnoli, ma anche alle sue spedizioni in mare. Nel 1577 partì dall'Inghilterra con la solita intenzione di arrembare navi spagnole. Tuttavia, non si limitò solo a quello. Attraversò l'Atlantico e, dopo la mappatura delle coste incontrate, navigò verso il Sud America, raggiungendo anche la costa occidentale del Nord America. Attraversò il Pacifico e poi l'Oceano Indiano. Nel 1580, dopo aver navigato intorno all'Africa e raggiunto il Capo di Buona Speranza, tornò in Inghilterra. In questo modo l'esploratore divenne il primo capitano a circumnavigare il globo e la sua nave la seconda a completare un tale viaggio.

Il navigatore olandese Willem Barents compì tra il 1594 e il 1597 tre spedizioni, con l'obiettivo di scoprire il passaggio a Nord-Est per l'Est asiatico al largo della costa settentrionale della Siberia. La sua missione non ebbe successo, ma ha contribuito al progresso della cartografia mappando le coste e le isole della regione polare.

Il navigatore inglese Henry Hudson esplorò le acque artiche dell'odierno Canada in diverse occasioni, nella speranza di scoprire il passaggio a Nord-Ovest. Durante i suoi viaggi mappò la costa settentrionale del continente americano e scoprì un fiume e una baia che presero il suo nome. All'inizio, Hudson credette di aver trovato il passaggio leggendario e di aver raggiunto il Pacifico, ma ben presto si rese conto che aveva navigato in quella che in seguito sarebbe stata chiamata Baia di Hudson.

L'esploratore olandese Abel Tasman intraprese ripetute spedizioni nell'Oceano Indiano e Pacifico per mapparne le isole. Questo esploratore è famoso per le scoperte effettuate tra il 1642 e il 1644. Fu il primo europeo a raggiungere la Nuova Zelanda e la Tasmania, a cui venne dato il suo nome. Mappò le coste dell'Australia descrivendo le isole dei due oceani.

Extra correlati

Casa rurale (XIX secolo)

Piccole case rurali, di solito situate vicino al confine delle città rurali, usate da...

Luigi XIV (Re Sole)

Il monarca francese ottenne il suo epiteto per il suo stile di vita opulento e stravagante.

Fabbrica di tessile (XIX secolo)

Grazie alle invenzioni del XVIII secolo, l’industria tessile divenne uno dei settori più...

I soldati della guerra di indipendenza ungherese di 1848-49

I protagonisti delle battaglie della guerra di indipendenza erano i soldati ungheresi,...

Luigi XIV

Gli sforzi dei precedenti sovrani borbonici per rafforzare la Francia hanno aperto la strada per...

La rivoluzione industriale e le sue conseguenze

La lezione presenta in dettaglio il periodo della Rivoluzione Industriale e delle sue...

Castello di Mir (XVII sec.)

Il complesso del castello di Mir, situato nell'omonima città bielorussa, fu costruito in...

Globe Theatre (Londra, XVII secolo)

Uno dei direttori del teatro circolare Rinascimentale all'aperto di Londra fu William...

Added to your cart.