La fortezza di Nizwa (Oman, XVII secolo)

La fortezza di Nizwa (Oman, XVII secolo)

La torre rotonda della maggior fortezza della Penisola Araba aveva un sistema di difesa ingegnoso.

Storia

Etichette

fortezza di Nizwa, Nizwa, Oman, fortezza, castello, architettura di fortezza, anello difensivo, bastione circolare, torre, torre rotonda, arabo, edificio, architettura, assedio, strategia militare, rifugio, sultano, Penisola Arabica, storia moderna, storia

Extra correlati

Scene

Sezione della torre

Fortezza

Fortezza di Nizwa

Difesa

Passeggiata

Esercizio

Narrazione

Il Sultanato dell'Oman è situato sulla penisola arabica. A causa della sua posizione geografica, ha subito numerosi attacchi, motivo per cui numerose fortezze sono state costruite sul suo territorio nel corso dei secoli. La città di Nizwa, che era in precedenza un centro commerciale, religioso e culturale, è la città più antica del Paese. La fortezza di Nizwa è la più grande del suo genere sulla Penisola Arabica ed è anche il monumento più visitato nel Sultanato.

La fortezza fu costruita nella seconda metà del XVII secolo, ma le sue fondamenta risalgono addirittura al XII secolo. Il forte è protetto da un muro, circondato da torri e bastioni, che fa anche parte delle mura della città.

Il componente principale del forte è una enorme torre rotonda, alta 30 metri e con un diametro di 36. La sua massiccia parete interna è stata rafforzata con sabbia e ghiaia per rafforzare la difesa contro il fuoco dei cannoni. La parete esterna è rivestita con uno strato speciale di calce. I pozzi profondi, gli impianti di stoccaggio, le celle e un luogo di preghiera nel forte, resero possibile per i suoi difensori sopravvivere a lunghi assedi.

Il sistema di torri di difesa riflette l'ingegnosità degli ingegneri militari e degli architetti dell'Oman. Per garantire la sorveglianza di tutta la zona, la merlatura è stata progettata con feritoie e punti di osservazione. Sono state scolpite fessure per cecchini nelle pareti, in modo che i proiettili potessero colpire il bersaglio con una precisione micidiale.

Sulla sommità della torre è stata costruita una terrazza coperta, proprio sopra l'ingresso, da dove si possono scagliare pietre contro gli assedianti. L'unica via attraverso la quale gli assedianti potevano raggiungere la cima della torre era salendo una scura, ripida, stretta e tortuosa scalinata uno per uno. Nemmeno un ariete era di grande utilità per abbattere le porte blindate.

Inoltre, i difensori avevano una serie di sorprese in serbo per gli assedianti, su entrambi i lati delle porte. Liquido bollente era versato sui visitatori indesiderati, attraverso condotti posti al piano superiore, mentre una botola quasi invisibile attendeva coloro che riuscivano a entrare dalla porta.

Anche se il maestoso castello fu ricostruito più volte, esso porta ancora la testimonianza di un passato luminoso dell'Oman. Anno dopo anno attira un gran numero di turisti.

Extra correlati

Oktogon, Budapest (All’inizio del XIX secolo)

Questa piazza a forma ottagonale rappresenta una delle intersezioni stradali più...

La rivoluzione industriale e le sue conseguenze

La lezione presenta in dettaglio il periodo della Rivoluzione Industriale e delle sue...

La battaglia di Austerlitz

La battaglia di Austerlitz nel 1805 fu una delle battaglie più significative delle guerre...

La tratta degli schiavi

Perché era l'impresa più redditizia la tratta degli schiavi nel secolo XVIII?

Battaglia di Lepanto (1571)

In questa famosa battaglia navale la flotta ottomana subì una sconfitta catastrofica...

Haidu (soldati ungheresi del XVI secolo)

István Bocskay creò un esercito efficiente dagli allevatori di bestiame armati nel XVI...

Il laboratorio di Galileo Galilei

I risultati scientifici di Galileo Galilei arricchì la scienza della fisica e...

Castello di Mir (XVII sec.)

Il complesso del castello di Mir, situato nell'omonima città bielorussa, fu costruito in...

Added to your cart.