La Porta di Brandeburgo

La Porta di Brandeburgo

La porta in stile neoclassico è uno dei simboli più conosciuti di Berlino e della Germania.

Arte e immagine

Etichette

Brandenburg, Langhans, Berlino, classicista, Classicismo, porta, Federico Guglielmo II, pace, simbolo, Germania, architettura, struttura

Extra correlati

Scene

Porta di Brandeburgo

  • porta - Fu ispirato ai Propilei di Atene, l'ingresso monumentale dell'acropoli di Atene, in Grecia. Originariamente il suo nome era Porta della Pace.
  • statua - Raffigura Vittoria, la dea della vittoria su un carro trainato da quattro cavalli. La statua alta cinque metri e collocata sulla Porta è stata progettata da Johann Gottfried Schadow e la dea raffigurata originariamente era la dea della pace.
  • case della porta - La Porta di Brandeburgo era una delle numerose porte Muro fiscale e doganale di Berlino. Nelle case della porta si trovano statue degli dèi romani Marte e Minerva.
  • portici - Originariamente ai lati della struttura si trovavano le case della guardia fiscale e doganale. Quando non servivano più, furono ricostruite da Johann Heinrich Strack che aggiunse ai lati della costruzione centrale due costruzioni.

Da vicino

  • varchi di passaggio - Le colonne doriche che sorreggono la trave trasversale creano cinque varchi di passaggio. Quello in mezzo è un po’ più largo degli altri; fu progettato per le carrozze reali. Quelli laterali venivano utilizzati dai pedoni.
  • colonne - Su entrambi i lati della Porta si trovano sei colonne doriche alte 15 metri. Le colonne doriche in pietra, che a terra hanno un diametro di 1,75 metri, sono decorate da scanalature in stile ionico.
  • attico - Un elemento murario di coronamento al di sopra della cornice maggiore di un edificio, tipico dell'architettura rinascimentale e neoclassica. Quello della Porta di Brandeburgo è decorato con rilievi raffiguranti il corteo trionfale di Irene, dea della pace.
  • statua - Raffigura Vittoria, la dea della vittoria su un carro trainato da quattro cavalli. La statua alta cinque metri, collocata sulla Porta è stata progettata da Johann Gottfried Schadow e la dea raffigurata originariamente era la dea della pace.
  • bassorilievi - Le superfici interne delle arcate sono decorate con rilievi raffiguranti, tra le altre cose, le gesta di Ercole.

Statua

  • Vittoria - La dea alata della vittoria, conosciuta come Nike nella mitologia greca e come Vittoria nella mitologia romana.
  • quadriga - Un antico carro da guerra trainato da quattro cavalli. La dea alata della vittoria arriva in questo carro per portare la pace alla città.
  • Croce di ferro - Il simbolo prende spunto dalla croce utilizzata dall'Ordine dei cavalieri teutonici, fondato nel 1190. Era una decorazione militare istituita dal Re di Prussia Federico Guglielmo III nel 1813 e utilizzata prima dal Regno di Prussia poi dall'Impero tedesco. Oggi rappresenta le attuali forze armate della Germania federale, la Bundeswehr. Originariamente la dea della pace portava una corona d'olivo, simbolo della pace, che è stata sostituita più tardi da una corona di quercia, una croce di ferro e l'aquila prussiana, al fine di evidenziare il suo ruolo di arco di trionfo.
  • aquila prussiana - Simbolo proveniente dallo stemma del Gran Maestro dell'Ordine teutonico che è diventata il simbolo della Regno di Prussia. Considerata come re dei cieli e messaggero degli dèi, l'aquila simboleggiava tradizionalmente il coraggio, la forza e l'immortalità. Mitologicamente, l'aquila è stata collegata dai Greci con il Dio Zeus, dai Romani con Giove, dalle tribù germaniche con Odino. È stato uno dei simboli militari e reali dell'Impero romano, poi del Sacro Romano Impero. L'aquila oggi è raffigurata sullo Stemma della Germania.

Animazione

Narrazione

La Porta di Brandeburgo si trova a Berlino, capitale della Germania. Fu costruita tra il 1788 ed il 1791 dall’architetto Carl Gotthard Langhans, su richiesta di re Federico Guglielmo II.

La costruzione fu ispirata ai Propilei di Atene, l'ingresso monumentale dell'Acropoli di Atene, in Grecia e realizzata in pietra arenaria in stile neoclassicista.

Su entrambi i lati della porta le colonne doriche creano cinque varchi di passaggio. L'interno dei varchi e l'attico sono decorati con bassorilievi.

La parte centrale della struttura è la statua alta cinque metri collocata al di sopra dell'attico. Raffigura Vittoria, la dea della vittoria su un carro trainato da quattro cavalli, chiamato quadriga.

Oggi la Porta di Brandeburgo è uno dei simboli più conosciuti di Berlino e della Germania. È stata testimone di numerosi eventi che hanno influenzato la storia dell'Europa e del mondo intero.

Extra correlati

Arco di Tito (Roma, I secolo)

L’arco venne costruito nell’ingresso del Foro Romano, per commemorare la vittoria dell’imperatore romano contra gli ebrei.

Arco di Trionfo (Parigi, 1836)

La costruzione dell’Arco di Trionfo fu completata solamente dopo il fallimento di Napoleone Bonaparte, in 1836.

Il muro di Berlino (1961-1989)

Un simbolo della divisione e dell'oppressione, il Muro squarciò una città e numerose famiglie.

Mappa amministrativa della Germania

L'animazione presenta le divisioni amministrative della Germania.

Namdeamun (Seul, XIV secolo)

Il tesoro nazionale più importante di Corea, il Namdeamun, era uno dei portoni principali di Seul.

Statua della Libertà (Nuova York)

La statua fu donata dai francesi agli Stati Uniti D'America per il centesimo anniversario dell'indipendenza.

Torre Eiffel (Parigi, 1889)

La torre di ferro di struttura reticolare preparata per la Fiera Mondiale di 1889 divenne il vero simbolo di Parigi.

Added to your cart.