Grotta paleolitica

Grotta paleolitica

Le prime abitazioni della storia umana forniscono molte informazioni sullo stile di vita dei nostri antenati.

Storia

Etichette

epoca preistorica, uomo preistorico, grotta, pittura rupestre, Altamira, Lascaux, uomo, archeologia, orda, comunità, residenza, anfratto naturale, abitazione protetta, capanna, antropologia, alimentazione, fuoco, accendere il fuoco, uso di strumenti, uso del fuoco, costruire utensili, storia, stile di vita, legame di parentela, strumento

Extra correlati

Domande

  • Quale dei seguenti è il primo periodo archeologico?
  • Qual è il primo periodo dell'età della pietra?
  • Quale delle seguenti NON era una dimora tipica del Paleolitico?
  • Quale delle seguenti NON era una tipica materia prima degli strumenti del Paleolitico?
  • Quale delle seguenti cose NON era usata dagli uomini del Paleolitico come arma?
  • Quale parola di origine greca significa "studio scientifico degli umani"?
  • Quale delle seguenti NON era una tipica forma di acquisizione di cibo per gli uomini del Paleolitico?
  • Qual è stata la prima specie umana la cui dieta includeva carne?
  • Qual è il nome della comunità delle persone paleolitiche?
  • Quale dei seguenti soggetti NON è raffigurato nelle pitture rupestri?
  • La vicinanza a cosa NON giocava un ruolo importante per la scelta della dimora nel Paleolitico?
  • Quale colore NON è tipico delle pitture rupestri paleolitiche?
  • Vero o falso? Gli uomini del Paleolitico conducevano uno stile di vita dedicato alla caccia ed alla pesca.
  • Vero o falso? La maggior parte delle pitture rupestri erano dipinte sulla parete accanto all'ingresso.
  • Quale affermazione NON è vera per le orde?
  • Quale delle seguenti è stata l'attività più importante del Paleolitico?
  • Quale animale NON poteva essere visto dagli uomini del Paleolitico?
  • A quale strumento si riferisce la seguente descrizione? Uno strumento ricavato da una pietra scheggiata e utilizzato per la pulizia delle pelli di animali.
  • A quale strumento si riferisce la seguente descrizione? Uno strumento a forma di lacrima, ottenuto da schegge provenienti da un grande sasso o un pezzo di roccia.
  • Quale tecnica era utilizzata per realizzare gli strumenti del Paleolitico?
  • Quale dei seguenti NON può essere considerato uno dei vantaggi del fuoco?
  • Quale caratteristica degli uomini del Paleolitico aiuta maggiormente il lavoro degli archeologi di oggi?

Scene

Utensili

La storia dell'umanità può essere suddivisa in periodi archeologici, basati sul materiale degli strumenti usati abitualmente dagli uomini dei vari periodi e sulla tecnica usata per realizzarli.

In contrasto con i periodi storici, i periodi archeologici di solito non hanno confini chiari e possono persino variare in base alla regione. La panoramica dell'evoluzione di alcuni strumenti può anche dipingere un quadro reale dell'evoluzione dell'umanità.

Il primo periodo archeologico è stato quello dell'età della pietra. A quel tempo, la materia prima grezza usata per la produzione di utensili era la pietra. Oltre alla pietra, venivano usate anche ossa e legno. Il primo periodo dell'età della pietra fu il Paleolitico, quando gli strumenti di pietra venivano solitamente prodotti mediante scheggiatura.

Grotta paleolitica

Abitazione preistorica

Inizialmente, le tracce dell'uomo preistorico furono scoperte sopratutto nelle grotte, per questo gli archeologi pensavano che questo luogo fosse l'unico tipo di abitazione esistente nell'epoca preistorica.
Tuttavia, i metodi scientifici moderni e i nuovi strumenti hanno già smentito questo presupposto che si è rivelato sbagliato. Le prime abitazioni dell'uomo preistorico sono classificabili in tre gruppi fondamentali. Oltre a vivere nelle grotte formate dagli anfratti naturali di roccia, abitavano anche in un luoghi protetti sotto le sporgenze rocciose. Se non potevano trovare tali cavità, costruivano capanne con rami o grandi ossa ricoperte di pelli di animale. Le abitazioni erano di solito collocate vicino ai boschi (importanti per il materiale da costruzione) e alle fonti d'acqua (come ad esempio le sorgenti o i ruscelli).

Vista da fuori

Inizialmente, le tracce dell'uomo preistorico furono scoperte sopratutto nelle grotte, per questo gli archeologi pensavano che questo luogo fosse l'unico tipo di abitazione esistente nell'epoca preistorica. Tuttavia, i metodi scientifici moderni e i nuovi strumenti hanno già smentito questo presupposto che si è rivelato sbagliato.
Le prime abitazioni dell'uomo preistorico sono classificabili in tre gruppi fondamentali. Oltre a vivere nelle grotte formate dagli anfratti naturali di roccia, abitavano anche in un luoghi protetti sotto le sporgenze rocciose. Se non potevano trovare tali cavità, costruivano capanne con rami o grandi ossa ricoperte di pelli di animale. Le abitazioni erano di solito collocate vicino ai boschi (importanti per il materiale da costruzione) e alle fonti d'acqua (come ad esempio le sorgenti o i ruscelli).

Vista dall'interno

Gli archeologi e gli antropologi hanno trovato diversi oggetti nei siti abitati dall'uomo preistorico. I rifiuti (armi inutilizzabili e altri strumenti, ossa di animali) ed i resti umani si accumulavano fromando strati spessi o pile nelle grotte o vicino ad esse.

L'attività più importante dell'uomo preistorico era l'acquisizione del cibo. I nostri antenati formavano una società di cacciatori-raccoglitori.
Inizialmente le piante e le frutte raccolte coscientemente significavano l'unica fonte di cibo. Però, grazie al fatto che l'uomo eretto (Homo erectus) era capace anche di cacciare, i nostri avi cominciarono a consumare pure carne oltre a piante, pesci, lumache e vongole. Inizialmente, l'uomo preistorico utilizzava solo il fuoco trovato in natura, in seguito sviluppò diverse tecniche per accendere il fuoco. Il fuoco serviva a fornire luce e calore, rendere la carne più buona e tenere lontani gli animali.
I popoli primitivi vivevano in piccole comunità o orde. Isolati non avrebbero avuto nessuna possibilità di sopravvivenza. I membri di un'orda erano uniti fra di loro da legami di parentela, prendendosi cura gli uni degli altri.

Pitture rupestri

Le pitture e disegni rupestri costituiscono un gruppo separato tra i reperti archeologici, che continuano a porre delle domande agli specialisti. Questi dipinti sulle pareti e sul soffitto delle grotte rappresentano in genere uomini intenti a cacciare e animali. Oggi si conoscono circa 200 grotte in cui ci sono disegni rupestri tra cui le più conosciute sono la grotta di Altamira in Spagna e le grotte di Lascaux in Francia. In Ungheria i luoghi più importanti sono Vértesszőlős, la grotta di Istállós-kő, la grotta di Szeleta e Subalyuk.

Passeggiata

Narrazione

Inizialmente, le tracce dell'uomo preistorico furono scoperte sopratutto nelle grotte, per questo gli archeologi pensavano che questo luogo fosse l'unico tipo di abitazione esistente nell'epoca preistorica. Tuttavia, i metodi scientifici moderni e i nuovi strumenti hanno già smentito questo presupposto che si è rivelato sbagliato.
Le prime abitazioni dell'uomo preistorico sono classificabili in tre gruppi fondamentali. Oltre a vivere nelle grotte formate dagli anfratti naturali di roccia, abitavano anche in un luoghi protetti sotto le sporgenze rocciose. Se non potevano trovare tali cavità, costruivano capanne con rami o grandi ossa ricoperte di pelli di animale. Le abitazioni erano di solito collocate vicino ai boschi (importanti per il materiale da costruzione) e alle fonti d'acqua (come ad esempio le sorgenti o i ruscelli).
Gli archeologi e gli antropologi hanno trovato diversi oggetti nei siti abitati dall'uomo preistorico. I rifiuti (armi inutilizzabili e altri strumenti, ossa di animali) ed i resti umani si accumulavano fromando strati spessi o pile nelle grotte o vicino ad esse.

Le pitture e disegni rupestri costituiscono un gruppo separato tra i reperti archeologici, che continuano a porre delle domande agli specialisti. Questi dipinti sulle pareti e sul soffitto delle grotte rappresentano in genere uomini intenti a cacciare e animali.

Inizialmente, l'uomo preistorico utilizzava solo il fuoco trovato in natura, in seguito sviluppò diverse tecniche per accendere il fuoco.
Il fuoco serviva a fornire luce e calore, rendere la carne più buona e tenere lontani gli animali.

I popoli primitivi vivevano in piccole comunità o orde. Isolati non avrebbero avuto nessuna possibilità di sopravvivenza. I membri di un'orda erano uniti fra di loro da legami di parentela, prendendosi cura gli uni degli altri.

Extra correlati

L'evoluzione dell'umanità Parte II - Verso un nuovo mondo

Nella fase successiva dell'evoluzione umana l'Homo erectus cominciò ad adattarsi al proprio...

Stonehenge (Gran Bretagna, età del bronzo)

Questo monumento dell'età del bronzo è famoso in tutto il mondo, si trova in Inghilterra...

L'evoluzione dell'umanità Parte III - L'ultimo atto

L'uomo di Neanderthal si estinse, o venne soppiantato dall'uomo saggio? O si fondò con altri...

Culture megalitiche in Europa

Le strutture, risalenti a migliaia di anni fa e consistenti di enormi blocchi di pietra,...

L'evoluzione dell'umanità Parte I - Scendere dagli alberi

L'umanità da tempo vuole sapere chi erano e come vivevano gli antenati migliaia di anni fa.

Homo erectus

L'Homo erectus era già capace di preparare utensili e utilizzare il fuoco.

L'evoluzione dell'umanità Parte II - Verso un nuovo mondo

Nella fase successiva dell'evoluzione umana l'Homo erectus cominciò ad adattarsi al proprio...

Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio

La mummia dell'uomo venuto dal ghiaccio, che visse nell'età del rame, fu trovata in uno...

Added to your cart.