Fortezza gotica (Gyula, Ungheria)

Fortezza gotica (Gyula, Ungheria)

Una fortezza in mattoni nel sud-est dell'Ungheria, le sue parti più antiche furono probabilmente costruite alla fine del XIV secolo.

Storia

Etichette

castello, Fortezza di Gyula, Gyula, castello di mattoni, catena di forti del confine, torre, palizzata, gotico, Gotico, Medioevo, Ungheria, Angioini, maniero, edificio, Fehér-Körös, difesa, Sigismondo di Lussemburgo, Maróti János, teatro del castello, struttura, area golenale

Extra correlati

Domande

  • Quale NON era una parte del castello interno?
  • In quale stile è costruito il castello interno?
  • Quali erano le abitazioni dei difensori della fortezza?
  • Quale NON era una parte del castello interno?
  • Chi erano gli ussari?
  • Vero o falso?\nLa fortezza di Gyula era un importante tassello della catena difensiva di fortezze lungo il confine ungherese.
  • In quale Paese si trova la fortezza di Gyula?
  • A chi fu dedicata la città di Gyula?
  • Sulla golena di quale fiume fu costruita la fortezza?
  • Cosa caratterizzava l'area circostante alla fortezza di Gyula nel Medioevo?
  • A chi apparteneva il maniero quando iniziò la costruzione della fortezza?
  • Quale re concesse il maniero a János Maróti?
  • Quando Ferdinando I d'Asburgo si impadronì della fortezza?
  • Quale dei seguenti NON è un importante elemento della fortezza?
  • Di cosa era fatta la palizzata?
  • Come era chiamata una delle parti della fortezza esterna?
  • Di cosa era fatta la parte interna del castello?
  • Che cos'è una rondella?
  • In quale anno gli ottomani conquistarono la fortezza?
  • In quale anno gli eserciti cristiani ripresero la fortezza?
  • Perché la fortezza di Gyula è unica?

Scene

La fortezza e l'isola

Vista a volo d’uccello

  • area agricola
  • villaggio - Il nome deriva probabilmente da un nobile ungherese, Gyula, che fondò Gyulamonostor nell'epoca della dinastia degli Árpád.
  • golena - La fortezza medievale era situata nella pianura alluvionale paludosa del Körös, sfruttando la difesa naturale fornita dal terreno.
  • fortezza - Costruita in stile gotico, è l'unica fortezza medivale in mattoni nel centro Europa, sopravvissuta praticamente intatta.

Fortezza di Gyula

  • forte degli ussari - La parte esterna delle fortificazioni nell'epoca dell'occupazione ottomana. Il nome deriva dal fatto che i cavalleggeri chiamati ussari stazionavano qui. Nel caso della fortezza di Gyula, è parte della fortezza esterna.
  • fortezza esterna - Prima linea di difesa che circonda il castello interno.
  • castello interno - La parte più difendibile dell'intera fortezza, protetta anche dalla fortezza esterna. Era fatta in mattoni, poiché nelle vicinanze non era disponibile la pietra.

Forte degli ussari

  • fossato
  • palizzata - Fatta di terra e legno. I forti degli ussari erano generalmente circondate da un fossato. La cosiddetta "palizzata rinforzata" era considerata quella più resistente.
  • bastione - Una parte della palizzata sporgente verso l'esterno, dove si trovavano le armi da fuoco.
  • torre cancello
  • ponte
  • caserma - Questo edificio era l'abitazione delle truppe che stazionavano nel forte degli ussari.
  • scuderia
  • torretta - Una costruzione circolare che sporgeva dal piano del forte degli ussari. Era fatta di terra e legno.
  • opere di difesa - La palizzata era supportata da una recizione parallela alla palizzata stessa, da un fossato e da pali conficcati nel terreno.

Castello interno

  • torre cancello e dongione - Una parte essenziale del castello interno.
  • cancello con ponte levatoio
  • muro di cortina
  • baluardo - Una parte del muro, sporgente verso l'esterno, dove si trovavano le armi da fuoco.
  • palazzo - La parte più imponente del castello che comprendeva spazi sia pubblici che privati. Ospitava una sala per i cavalieri e una cappella.
  • cortile con pozzo
  • rondella - Un bastione circolare, costruito probabilmente durante la vita di Giovanni Corvino.

Cortile

Animazione

Narrazione

Sia l'odierna Gyula, una città nella contea di Békés nel sud-est dell'Ungheria, che la sua fortezza derivano probabilmente il loro nome da un nobile ungherese, Gyula, che fondò Gyulamonostor nell'epoca della dinastia degli Árpád (tra il 1000 e il 1301).

Situato sulla pianura alluvionale paludosa del Körös, il maniero venne conferito a János Maróti, il bano di Macsó, dal re ungherese Sigismondo di Lussemburgo nel 1403. La costruzione della fortezza iniziò sotto la supervisione di Maróti. Nel 1552, Ferdinando I d'Asburgo si impadronì della fortezza che divenne un importante tassello del sistema di fortezze lungo il confine ungherese. L'animazione presenta il suo stato in quel momento.

Sfruttando la difesa naturale fornita dal terreno, la fortezza era circondata da una palizzata in terra e legno che svolgeva la funzione di cinta esterna. Una parte distinta della fortezza era il cosiddetto forte degli ussari, che ospitava la cavalleria leggera.
Il castello interno costruito in stile gotica e il muro di cortina che lo circondava erano fatti di mattoni in quanto non vi era abbastanza pietra nelle vicinanze.
La rondella, costruita durante la vita di Giovanni Corvino, re di Bosnia del XV secolo, si trova in uno degli angoli del muro di cortina.

Dopo molti tentativi falliti, gli ottomani conquistarono la fortezza nel 1566, l'anno della morte del sultano ottomano Solimano il Magnifico. Divenuta il centro del vilayet, venne ripresa dagli eserciti cristiani solo nel 1695.

I periodi che seguirono furono turbolenti come i precedenti. La fortezza venne accuratamente studiata e rinnovata nella seconda metà del XX secolo. Oggi è una popolare attrazione turistica e culturale, essendo la fortezza di mattoni costruita in una pianura meglio conservata dell'Europa centrale.

Extra correlati

Belgrado (XV secolo)

Il castello-fortezza di Belgrado (Nándorfehérvár) era uno degli elementi più importanti della catena di fortezze di confine ungheresi.

Castello di Eger (XVI secolo)

Il castello di Eger ottenne la sua forma finale e divenne una parte importante della linea di fortezze di confine verso il XVI secolo.

La sala dei Cavalieri

Una delle sale più importanti dei castelli medievali era la cosiddetta sala dei cavalieri.

Castello di Mir (XVII sec.)

Il complesso del castello di Mir, situato nell'omonima città bielorussa, fu costruito in stile gotico-rinascimentale.

Castello di Oradea (1775)

La fortezza di Oradea situata in Transilvania è un esempio molto notevole dell’architettura di fortezza medievale.

Castello di Varaždin (XVI secolo)

Questo splendido castello è situato nella parte settentrionale dell'attuale Croazia.

Castello medievale (Diósgyőr, Ungheria)

Un castello medievale in Ungheria, costruito dal re Luigi I.

Fortezza di carri ussita

Gli Ussiti perfezionarono l'uso delle fortezze di carri nel XV secolo.

Fortezza di Szigliget (XVII secolo, Ungheria)

La fortezza faceva parte della catena di fortificazioni costruite per proteggere il Paese contro gli invasori ottomani. La sua costruzione iniziò nel XIII...

Il funzionamento del cannone (XVIII secolo)

Il cannone fu un'importante arma da fuoco utilizzata a partire dall'inizio dell'era moderna, sia in ambito terrestre che navale.

Ruota di fuoco

L’invenzione ingegnosa di Gergely Bornemissza era veramente efficiente contro gli assedianti ottomani in 1552.

Soldati turchi (XVI secolo)

L'esercito ottomano consisteva anche di giannizzeri (mercenari) e gli spahi (vassalli).

Soldato kuruc

Il nome ‘kuruc’ si riferisce ai partecipanti (provenienti da varie classi sociali) delle ribellioni contra gli Asburgici nel XVII e XVIII secolo.

Sultano ottomano

Il sovrano dell'Impero Ottomano era il sultano, signore della vita e della morte.

Torri e bastioni medievali

La struttura delle fortezze si sviluppava parallelamente alla tecnologia militare.

Torrione medievale

Il torrione medievale era un edificio tipico del Medioevo, in generale costruito in modo indipendente dal resto del castello.

Bastiglia (Parigi, XVIII secolo)

La prigione parigina divenne leggendaria dopo la Rivoluzione del 1789.

Fortezza di terra, Ungheria

Una fortezza di terra triangolare, usata dal capo di una delle antiche tribù ungheresi al momento della conquista della nuova patria.

Added to your cart.