Corsi d'acqua e formazioni geologiche

Corsi d'acqua e formazioni geologiche

I corsi d'acqua in quanto agenti geomorfologici esercitano un'attività modellatrice attraverso l'erosione, il trasporto e la deposizione.

Geografia

Etichette

fiume, formazione geologica, corsi d'acqua, alveo, foce, parte superiore, cordo medio, corso inferiore, delta, estuario, erosione, alluvione, acqua stagnante, curva, misura, isola, valle, rilievo, acqua, idrografia, ciclo dell'acqua, natura, studio della natura, geografia fisica, geomorfologia, geografia

Extra correlati

Scene

Corsi d'acqua

I corsi d'acqua in quanto agenti geomorfologici esercitano un'attività modellatrice importante attraverso l'erosione, il trasporto e la deposizione dei sedimenti. Nello sviluppo di un fiume si individuano tre parti: il corso superiore, medio e inferiore. I processi possono variare dalla sorgente alla foce a seconda del terreno che il fiume attraversa.

Corso superiore

I corsi d'acqua possiedono una certa energia che viene utilizzata in parte per trasportare i sedimenti, in parte per erodere il proprio alveo. L'energia di fiumi con pendenze ripide è maggiore di quella necessaria per il trasporto dei sedimenti. Perciò nel corso superiore, dove la velocità è maggiore, i sedimenti trasportati contribuiscono a scavare l'alveo sempre più profondo, formando una valle a forma di V.

Definizioni:

Gola: il fiume incide vigorosamente il proprio letto in rocce resistenti, generando valli strette, con pareti molto ripide, quasi verticali.

Canyon: una gola caratteristica delle aree con clima secco.

Cascata: la sua formazione è dovuta alla presenza di rocce resistenti intercalate fra rocce molto erodibili. Il banco più resistente rimane sopraelevato rispetto a quelle erodibili, formando un dislivello che fa precipitare l'acqua.

Corso medio

L'energia dei fiumi con pendenze moderate è equilibrata, il che significa che il trasporto e la deposizione dei sedimenti sono in equilibrio. Con la diminuzione della pendenza il corso del fiume diventa sinuoso: trasporta e deposita i sedimenti formando meandri attraverso l'erosione laterale. Su uno dei lati dell’alveo il fiume costruisce barre, mentre sul lato opposto l’alveo diventa sempre più profondo e la sponda prende una forma concava, formando così una curva. Lungo il lato esterno della curva, dove la velocità dell'acqua è massima, la sponda viene erosa, mentre lungo il lato interno l'alveo viene riempito di sedimenti. Con il passare del tempo la curva diventa sempre più ampia. Il meandro può interrarsi, generando un braccio morto del fiume.

Definizioni:

Talweg: linea immaginaria che collega i punti più veloci della corrente del fiume. Nei meandri la linea si avvicina alla sponda concava erosa, nei tratti dritti si trova nel centro dell'alveo.

Corso inferiore

Nei tratti a pendenza debole l'energia del fiume diminuisce. Perciò prevale la deposizione dei sedimenti, anche se il processo di trasporto continua. I sedimenti depositati formano barre o isole, mentre l'alveo del fiume si divide in bracci. Il cambiamento continuo del corso e la deposizione dei sedimenti danno origine alla formazione di pianure e conoidi alluvionali.

Tipi di foce

La foce a delta

Buona parte dei fiumi sfocia in mare. I delta si formano alla foce dei fiumi con sedimenti abbondanti e bassa marea. Il fiume deposita i sedimenti eccedenti alla foce, dividendosi in diversi rami, formando così isole che si estendono verso il mare.

La foce ad estuario

L'estuario è lo sbocco dei fiumi caratterizzati dalla scarsità di sedimenti o di quelli che sfociano in mare con forte escursione di marea. Le alte maree rendono la foce sempre più grande e più profonda.

Terrazzi fluviali

Il profilo dei corsi d’acqua è soggetto nel tempo a variazione a causa delle condizioni climatiche e tettoniche. Questi cambiamenti, che si verificano più volte nella stessa area, danno origine a terrazzi fluviali. Dal momento che i terrazzi fluviali non sono colpiti da inondazioni, in queste zone sono stati costruiti villaggi e strade.

Animazione

Narrazione

I corsi d'acqua in quanto agenti geomorfologici esercitano un'attività modellatrice attraverso l'erosione, il trasporto e la deposizione dei sedimenti. Nello sviluppo di un fiume si individuano tre parti: il corso superiore, medio e inferiore. I processi possono variare dalla sorgente alla foce a seconda del terreno che il fiume attraversa.

Ogni corso d'acqua ha una certa quantità di energia che viene utilizzata in parte per il trasporto dei sedimenti, in parte per erodere il proprio alveo. L'energia di fiumi con pendenze ripide è maggiore di quella necessaria per il trasporto dei sedimenti. Perciò nel corso superiore, dove la velocità è più grande, i sedimenti trasportati contribuiscono a scavare un alveo sempre più profondo, formando una valle a forma di V.

L'energia dei fiumi con pendenze moderate è equilibrata, cioè il trasporto e la deposizione dei sedimenti sono in equilibrio. Con la diminuzione della pendenza il fiume trasporta e deposita i sedimenti, formando meandri attraverso l'erosione laterale. Su uno dei lati dell'alveo il fiume costruisce barre, mentre sul lato opposto l'alveo diventa sempre più profondo e la sponda prende una forma concava, formando una curva. Lungo il lato esterno della curva, dove la velocità dell'acqua è massima, la sponda viene erosa, mentre lungo il lato interno della curva l'alveo viene riempito di sedimenti, rendendo la curva sempre più ampia. Il meandro può interrarsi, creando un braccio morto.

Nei tratti a pendenza debole l'energia del fiume diminuisce, perciò prevale la deposizione dei sedimenti, anche se il processo di trasporto continua. I sedimenti depositati formano barre o isole, mentre l'alveo del fiume si ramifica. Il cambiamento continuo del corso e la deposizione dei sedimenti danno origine alla formazione di pianure e conoidi alluvionali.

Buona parte dei fiumi sfocia in mare. Il delta si forma quando un fiume con sedimenti abbondanti sfocia in un mare con scarsa escursione di marea. Il fiume, che deposita i sedimenti in eccesso alla foce, si ramifica formando isole che si estendono verso il mare.

La foce ad estuario è lo sbocco dei fiumi che trasportano pochi sedimenti o sfociano in un mare con elevata escursione di marea. Le alte maree rendono la foce sempre più grande e profonda.

Extra correlati

Il ciclo dell’acqua (livello avanzato)

Lo stato dell'acqua presente sulla Terra è in continua trasformazione. Il ciclo dell'acqua comprende passaggi di stato come l'evaporazione, la...

Il ciclo dell’acqua (livello elementare)

Lo stato dell'acqua presente sulla Terra è in continua trasformazione. Il ciclo dell'acqua comprende passaggi di stato come l'evaporazione, la...

Termini di geografia fisica

L'animazione presenta i rilievi e le acque superficiali con i loro relativi simboli.

Cascata

Le cascate si formano dove il fiume scorre durante il proprio corso lungo un precipizio ripido.

Centrale idroelettrica (Diga di Hoover, Stati Uniti)

Questa enorme diga costruita sul fiume Colorado ha preso il nome di uno dei presidenti degli Stati Uniti.

Funzionamento delle conche fluviali

Le conche fluviali rendono i fiumi navigabili, congiungendo i corsi d'acqua di diverse altezze.

Ghiacciaio (livello medio)

Un ghiacciaio è una grande massa di ghiaccio formatasi per trasformazione della neve che scorre lentamente verso il basso.

In che modo i mari modellano la superficie terrestre?

L'acqua di mare, in qualità di forza esterna, svolge un ruolo importante nella formazione delle coste.

Inquinamento idrico

Le principali fonti dell'inquinamento delle acque sono l'industria, l'agricoltura e le aree urbane.

L'azione geomorfologica del vento nei deserti

Il vento, come forza esterna, svolge un ruolo importante nel modellare il paesaggio desertico.

L'azione geomorfologica del vento nelle steppe e nelle zone costiere

Il vento come forza esterna svolge un ruolo importante nel modellare le zone costiere e le steppe.

Sistema di dighe nei Paesi Bassi (Zuiderzeewerken)

I Paesi Bassi combattono una dura battaglia contro il mare da secoli.

Sistema di protezione per prevenire le inondazioni

L'argine di protezione e la diga d'estate assicurano la protezione in caso di eventi alluvionali.

Topografia della Terra

L'animazione presenta le montagne, pianure, fiumi, laghi e deserti più grandi della Terra.

Vita e sviluppo dei laghi

Superfici d'acqua stagnante si possono formare in depressioni superficiali, sia per forze endogene che esogene, così come per l'attività umana.

Added to your cart.