Corazzata (HMS Dreadnought, 1906)

Corazzata (HMS Dreadnought, 1906)

La corazzata HMS Dreadnought rivoluzionò il modo di costruire le corazzate nel XX secolo.

Tecnologia

Etichette

corazzata, Dreadnought, trasporto acquatico, navigazione, marina militare, torretta, fuoco di fila, battaglia, cannone, tubo siluro, bordo, poppa, scialuppa di salvataggio, ancora, albero prodiero, albero di mezzana, timone, elica, nazione marittima, flotta, trasporto, tecnica

Extra correlati

Scene

Corazzata Dreadnought

La corazzata HMS Dreadnought

La corazzata HMS Dreadnought ("senza paura") era l'orgoglio della Royal Navy britannica. Costruita in un anno presso il Royal Portsmouth Dockyard, questa imbarcazione da guerra rivoluzionò il modo di costruire le corazzate e il suo nome divenne un termine generico per le moderne navi da battaglia.
La Dreadnought venne varata e messa in servizio nel 1906, ma non giocò un ruolo importante nella Prima Guerra Mondiale. Nel 1919 fu ritirata dal servizio e nel 1923 venne smantellata.

La corazzata HMS Dreadnought

Vista dall'alto

Struttura della nave

La forma snella ed ellittica dello scafo assicurava le velocità alla nave, dotata di potenti artiglierie e di una corazzatura molto spessa. La Dreadnought era lunga 160 metri e larga 25 metri, con un pescaggio di 8 metri. La propulsione era assicurata da turbine a vapore alimentate da 18 caldaie Babcock & Wilcox. Dal momento che le macchine a vapore con pistoni furono sostituite dalle turbine, lo scafo meno alto presentava un bersaglio più piccolo per le navi nemiche.
Sul ponte erano situati un'albero per le trasmissioni radio, due enormi ciminiere e una torre di comando. Le torrette erano collocate in modo tale da consentire ai cannoni di far fuoco in tutte le direzioni. In caso di ogni necessità l'equipaggio, composto da 700 persone, poteva avvalersi delle scialuppe di salvataggio, situate sul ponte.

Armamento

L'armamento

La punta di diamante della Marina britannica rappresentava la sintesi dei risultati della tecnologia militare dell'epoca, permettendo il superamento dei vecchi modelli di navi da battaglia. In tal senso, le corazzate precedenti vennero definite pre-dreadnought.
Una delle novità più importanti della nave era l'artiglieria molto potente. I soliti quattro cannoni pesanti furono sostituiti da 10 cannoni grandi (da 305 mm) e da 27 piccoli (da 76 mm). La nave era inoltre dotata di 5 tubi lanciasiluri (da 450 mm). I cannoni pesanti erano montati su 5 torrette separate.

Una cintura corazzata di 100-280 mm proteggeva lo scafo della nave, l'armatura del ponte era di 75 mm, mentre le torrette e la torre erano protette da un'armatura di 280 mm di spessore.
Sebbene la Dreadnought fosse stata progettata dai britannici per scoraggiare i tedeschi, la nave riuscì solo a intensificare la corsa agli armamenti navali.

Ponte di comando

Sul ponte della corazzata

La Dreadnought era manovrata dalla torre di comando posta di fronte alla prima ciminiera. Vi si trovavano il ponte di comando e la sala radio. Per fornire una perfetta posizione di fuoco sia in verticale che in orizzontale, le canne dei cannoni erano collocate su una base girevole, chiamata torre. L'armamento, così come la velocità e il raggio di combattimento erano le caratteristiche fondamentali della corazzata. La velocità massima era di 39 km/h, ovvero di 21 nodi. Il suo raggio d'azione alla velocità di 19 km/h (10 nodi) era di 12.260 km e di 9.090 km ad una velocità di 34 km/h (18 nodi).

Le torrette in azione

Struttura

  • poppa
  • scialuppa di salvataggio
  • ponte
  • ancora
  • torretta
  • cannone da 305 mm
  • albero di maestra
  • albero di mezzana
  • ciminiere
  • timone
  • eliche
  • antenna radio

Animazione

Funzionamento\della rete anti-siluro

  • rete anti-siluro

Narrazione

La corazzata HMS Dreadnought, "senza paura", è stata l'orgoglio della Royal Navy. Costruita in 12 mesi presso il Royal Portsmouth Dock Yard, questa imbarcazione rivoluzionò il modo di fare le guerre navali e fu presa a modello per la costruzione delle successive corazzate.
La punta di diamante della Marina britannica rappresentava la sintesi delle migliori conoscenze tecnologiche e militari di allora, essa permise il superamento dei vecchi modelli di corazzate. In tal senso, si definiscono pre-dreadnoughts le corazzate antecedenti la HMS Dreadnought. La corazzata era dotata di una potente artiglieria e di una spessa corazza.

Era lunga 160 metri e larga 25 metri con un pescaggio di 8 metri. La propulsione era assicurata da 18 caldaie Babcock & Wilcox con turbine a vapore. Poiché le vecchie macchine a vapore con pistoni furono sostituite dalle turbine, lo scafo delle navi divenne meno alto, divenendo così un bersaglio più piccolo per le navi nemiche. La velocità massima era di 39 km/h, ovvero 21 nodi. Il suo raggio d'azione alla velocità di 19 km/h (10 nodi) era di 12.260 km e di 9.090 km ad una velocità di 34 km/h (18 nodi).

Sul ponte si trovavano: un'albero per le trasmissioni radio, due enormi ciminiere e una torre di comando. Una delle innovazioni più importanti della nave era la sua poderosa artiglieria.
Le torrette erano collocate in modo tale da consentire ai cannoni di far fuoco in tutte le direzioni. In caso di ogni necessità, l'equipaggio, di 700 uomini, poteva avvalersi delle scialuppe di salvataggio situate sul ponte. L'HMS Dreadnought era manovrata dalla torre di comando posta di fronte alla prima ciminiera. Vi si trovavano il ponte di comando e la sala radio.

La Dreadnought venne varata e messa in servizio nel 1906, ma non giocò un ruolo importante nella Prima Guerra Mondiale. Sebbene l'HMS Dreadnought fu progettata dalla Marina britannica per scoraggiare i tedeschi, la nave riuscì solo a intensificare la corsa agli armamenti navali che era già in corso. Dal 1919 non fu più utilizzata e venne demolita nel 1923.

Extra correlati

Incrociatore Aurora (1900)

Il nome dell'incrociatore corazzato russo divenne famoso durante la Rivoluzione d'Ottobre del 1917.

Armi (prima guerra mondiale)

La prima guerra mondiale ha portato grandi cambiamenti nella tecnologia militare con lo sviluppo delle nuove armi.

Carri armati (Prima Guerra Mondiale)

I carri armati, sviluppati verso la metà degli anni 1910, sono diventati rapidamente le armi più importanti delle operazioni militari terrestri.

Petroliera

Le petroliere sono apparse nel tardo XIX secolo; oggi sono tra le navi più grandi.

Soldato britannico (Prima Guerra Mondiale)

Durante la Prima Guerra Mondiale la Gran Bretagna faceva parte parte dell'alleanza militare Triplice Intesa.

Sottomarino SM U-35 (Germania, 1912)

I sottomarini ebbero un ruolo importante nella guerra navale anche durante la Prima Guerra Mondiale.

Nave a vapore North River (Clermont) (1807)

La prima nave a vapore operativa fu creata dall'ingegnere americano Robert Fulton.

Piroscafo Kisfaludy

Il primo battello a vapore in Ungheria partì nel 1846.

Titanic (1912)

All'inizio del XX secolo l'RMS Titanic era la più grande nave passeggeri.

USS Missouri (Stati Uniti, 1944)

La nave da battaglia americana di classe Iowa schierata durante la Seconda Guerra Mondiale è stata utilizzata anche nella Guerra del Golfo.

USS Tarawa LHA-1 (1976)

A partire dal 1940, portaerei sempre più grandi sono diventate i padroni degli oceani.

Aeroscafo, mark III SR N4

L'aeroscafo è in grado di spostarsi a grande velocità sulla superficie dell'acqua.

Nave da guerra inglese (XVIII secolo)

Gli inglesi erano molto famosi per la costruzione di navi da guerra a vela nel XVII-XIX secolo.

Nave portacontainer

Le rotte delle navi portacontainer, che si sono diffuse dopo la seconda guerra mondiale, costituiscono una rete internazionale.

Quinquereme (III secolo a.C.)

Questa barca a vela a più file di remi era la nave da guerra tipica dell'epoca ellenistica.

RMS Queen Mary 2 (2003)

Il grande transatlantico al momento della sua costruzione.

Soldato francese (Prima Guerra Mondiale)

Durante la Prima Guerra Mondiale la Francia faceva parte dell'alleanza militare Triplice Intesa.

Soldato tedesco (Prima Guerra Mondiale)

I soldati tedeschi della Prima Guerra Mondiale erano ben addestrati e utilizzavano armi moderne.

USS Ohio (USA, 1979)

La propulsione nucleare fu impiegata dalla Marina degli Stati Uniti a metà del XX secolo per alimentare sottomarini.

Added to your cart.