Anfiteatro di Pola (Pola, I secolo)

Anfiteatro di Pola (Pola, I secolo)

L'Arena di Pola, situata nel territorio dell'attuale Croazia, era uno dei più grandi anfiteatri romani dell'antichità.

Arte e immagine

Etichette

anfiteatro, Via Flavia, Pola, gladiatore, giochi circensi, lotta tra animali, Római Birodalom, Croazia, arena, monumento, antichità, I secolo, età imperiale, architettura, auditorium, storia

Extra correlati

Scene

Anfiteatro

  • corridoio - Facilitavano il transito all'interno dell'edificio.
  • torre - L'Arena di Pola è l'unico tra gli anfiteatri conservati che abbia quattro torri laterali.
  • velarium - Una struttura di tela, sostenuta da mensole, pali e corde, che forniva copertura e ombra agli spettatori.
  • arena - Per divertire il pubblico i gladiatori e gli animali feroci combattevano nell'arena ellittica ricoperta di sabbia.
  • gladiatori

Gli anfiteatri erano degli edifici ellittici o circolari, costruiti per ospitare vari eventi.
Questi edifici potevano accogliere un gran numero di persone. L'arena, situata al centro dell'edifico, era circondata da una cavea a gradini (auditorium). Gli anfiteatri servivano principalmente per combattimenti tra gladiatori e tra animali.
L'Arena di Pola, che si trova sul territorio dell'attuale Croazia, era uno dei più grandi anfiteatri dell'Impero Romano. Le sue dimensioni sono simili a quelle dell'Arena di Verona. L'Anfiteatro di Pola fu costruito in diverse fasi e completato nella seconda metà del I secolo d.C.

Struttura

  • forma ellittica - Durante il periodo imperiale di Roma gli anfiteatri furono tipicamente costruiti su piani ellittici.
  • lato di fronte alla terraferma - L'anfiteatro si erge su un pendio, vicino al litorale. Questo lato ha due piani.
  • lato di fronte al mare - L'anfiteatro si erge su un pendio, vicino al litorale. Questo lato ha tre piani. La parete esterna ha un'altezza massima di 29,4 m.
  • 132,45 m
  • 105,1 m
  • 67,95 m
  • 41,65 m

Torre

La struttura architettonica dell'Arena di Pola è diversa da quella degli altri anfiteatri romani conservati, perché ha quattro torri sporgenti dalla parete esterna.
Queste torri servivano per rafforzare la struttura muraria. In ciascuna di esse vi erano scale di legno che portavano ai piani superiori. I tetti spioventi delle torri erano ricoperti da piastrelle di ceramica.
Secondo fonti storiche, ogni torre disponeva di due cisterne per raccogliere l'acqua piovana. L'acqua profumata immagazzinatavi serviva per alimentare una fontana e spruzzare gli spettatori nella stagione calda.

Ombreggiatura

  • palo di legno
  • tela
  • piastrelle in ceramica
  • base
  • corda
  • anello in metallo

Gli anfiteatri erano provvisti di una struttura di copertura, chiamata velarium. Questa, composta da più teli, serviva a proteggere gli spettatori dal sole. Secondo fonti storiche, questa struttura favoriva l'aerazione, essendo in grado di creare una corrente d'aria in discesa e rinfrescando così la cavea.
Le vele di tela erano distese da corde fissate a pali di legno, che facevano parte integrante della facciata, e ad un anello metallico, situato sopra l'arena.

Sezione

  • finestra - All'ultimo piano vi sono 64 aperture rettangolari.
  • arcata - Vi sono arcate sui due piani medi. Il piano superiore dei due, che forma un cerchio completo, è costituito da 72 arcate.
  • parasta - Un elemento architettonico, costituito da un pilastro appiattito o da una semicolonna, che sporge da una parete.
  • corridoi e stanze - Sotto la cavea vi erano corridoi, magazzini e negozi.
  • porta
  • corridoio - Facilitavano il transito all'interno dell'edificio.
  • arena - Per divertire il pubblico i gladiatori e gli animali feroci combattevano nell'arena ellittica ricoperta di sabbia.
  • ingresso
  • cavea - Divisa in due meniani, comprendeva quaranta gradini in grado di ospitare fino a 23.000 spettatori.
  • ipogei - Lungo l'asse maggiore dell'arena di forma ellittica furono costruiti passaggi sotterranei attraverso i quali animali, gladiatori e attrezzature potevano arrivare nell'arena.
  • uscita degli animali - Gli animali feroci venivano portati agli anfiteatri da tutte le parti dell'Impero Romano. Questi animali, tenuti in gabbie, combattevano tra di loro o contro i gladiatori.

Arena

  • ingresso all'arena - Lungo l'asse maggiore dell'arena ellittica furono costruite due grandi porte attraverso le quali i carri e gli apparati scenici arrivavano nell'arena.
  • uscita degli animali - Gli animali feroci venivano portati agli anfiteatri da tutte le parti dell'Impero Romano. Questi animali, tenuti in celle, combattevano tra di loro o contro i gladiatori.
  • sabbia
  • cavea - Divisa in due meniani, comprendeva quaranta gradini in grado di ospitare fino a 23.000 spettatori.
  • velarium - Una struttura di tela, sostenuta da mensole, pali e corde, che forniva copertura e ombra agli spettatori.
  • uscita
  • gladiatori

Il centro dell'anfiteatro era costituito da un'arena ricoperta di sabbia.
Si poteva accedere all'arena attraverso grandi porte costruite alle estremità dell'asse più lungo dell'arena o attraverso piccoli ingressi che si aprivano dalla parete laterale. I carri e gli attrezzi più grandi venivano portati all'interno attraverso le grandi porte, mentre i gladiatori e gli animali entravano nell'arena attraverso ingressi più piccoli.
Numerosi canali di drenaggio permettevano di far scorrere via l'acqua dall'arena.

Animazione

Narrazione

L'Arena di Pola, situata nel territorio dell'attuale Croazia, era uno dei più grandi anfiteatri dell'Impero Romano.
Questo anfiteatro di forma ellittica fu costruito al di fuori delle mura della città, lungo la Via Flavia. La costruzione fu completata nel I secolo d.C.
L'Arena di Pola è unica sotto due aspetti. Dal momento che fu costruita su un pendio, il lato di fronte al mare ha tre piani, mentre il lato di fronte alla terraferma ne ha solo due. Inoltre, è l'unico anfiteatro conservato provvisto di quattro torri laterali.
L'Arena di Pola, luogo di combattimenti tra gladiatori e animali, era in grado di ospitare 23.000 persone. Anche se nel V secolo perse la sua funzione originale, è considerata uno dei monumenti antichi meglio conservati della Croazia, fatto che attira numerosi visitatori.

Extra correlati

Colosseo (Roma, I secolo)

L’anfiteatro più famoso e più bello di Roma fu costruito nel I secolo d. C.

Gladiatori di Roma (II secolo)

I gladiatori combattevano tra loro o contro animali selvaggi, sotto gli occhi degli spettatori nelle arene dell'antica Roma.

Province e città dell'antica Roma

L'animazione presenta la storia dell'antica Roma attraverso i secoli.

Antico senatore romano e sua moglie

I membri della classe sociale più alta della Roma antica indossavano toghe con bordi di colore viola.

Castello di Varaždin (XVI secolo)

Questo splendido castello è situato nella parte settentrionale dell'attuale Croazia.

Circo Massimo (Roma)

L'antica arena romana divenne nota per le corse delle bighe che vi si disputavano.

Edifici leggendari

Una collezione di edifici leggendari della storia del mondo.

Palazzo di Diocleziano (Spalato)

Il palazzo, simile ad una fortezza, fu costruito dall'imperatore romano Diocleziano sulla costa, vicino alla sua città natale.

Ragusa di Dalmazia (XVI secolo)

Oggi chiamata Dubrovnik (oppure a volte, in italiano, Ragusa di Dalmazia), questa città croata è nota per la sua architettura spettacolare e per la...

Strade e acquedotti dell’antica Roma

Il sistema stradale e degli acquedotti riflette l'avanzato sviluppo tecnologico della civiltà Romana.

Arco di Tito (Roma, I secolo)

L’arco venne costruito nell’ingresso del Foro Romano, per commemorare la vittoria dell’imperatore romano contra gli ebrei.

Pantheon (Roma, II secolo)

Il "tempio di tutti gli dèi" fu eretto durante il regno dell'imperatore romano Adriano.

Soldato romano (I secolo d. C.)

I mercenari dell'esercito Romano erano ben addestrati ed equipaggiati con le armi più innovative.

Terme di Caracalla (Roma, III secolo)

Il magnifico complesso termale dell'imperatore romano fu costruito nel III secolo d. C.

Antica domus romana

I cittadini benestanti dell'antica Roma erano proprietari di grandi case dalle diverse planimetrie.

Added to your cart.