Acropoli (Atene, V secolo a.C.)

Acropoli (Atene, V secolo a.C.)

L'Acropoli di Atene, costruita all'epoca di Pericle, è probabilmente la cittadella più famosa del mondo.

Storia

Etichette

Acropoli, cittadella, Fidia, Pericle, Hellas, Patrimonio dell'umanità, Pallade Atena, Partenone, edificio, città-stato, Zeus, greci, greco, Grecia, Atene, Ictino, Callicrate, struttura, polis, dèi, doro, timpano, piedistallo, portico, ionico, religione, cariatide, santuario, cariatidi, età della pace, chiesa, colonna, dettaglio del frontone, antichità, storia, difesa

Extra correlati

Domande

  • In quale parte delle città-stato greche si trovavano le acropoli?
  • Qual'è il sinonimo di città-stato?
  • Che funzione svolgeva l'Acropoli?
  • Che funzione svolgeva l'Acropoli?
  • Quando fu costruita la cittadella di Atene?
  • Chi fu il capo progettista delle costruzioni religiose della cittadella?
  • Qual'è la prima lettera dell'alfabeto greco?
  • Qual'è l'ultima lettera dell'alfabeto greco?
  • Chi fu la dea protettrice di Atene?
  • Secondo la mitologia greca, come nacque Pallade Atena?
  • Secondo la mitologia greca, chi era la dea della scienza e dell'artigianato?
  • Chi era il dio supremo della religione greca?
  • Come si chiama l'edificio d'ingresso dell'Acropoli?
  • A quale dea fu dedicato un tempio accanto all'edificio d'ingresso?
  • In quale stile architettonico greco fu costruito il Tempio di Atena Nike?
  • Come si chiama il tempio piú grande dell'Acropoli?
  • Come si chiama la colonna di sembianze femminili utilizzata come supporto architettonico?
  • In quale edificio dell'Acropoli si trovano le cariatidi?
  • Quale edificio dell'Acropoli era il deposito per il bronzo?
  • Chi non fu un politico ateniese?
  • Chi fu un tiranno?
  • Quando fu deposto l'ultimo tiranno ateniese?
  • Chi aveva maggior potere nella democrazia ateniese?
  • Per quanti anni gli ufficiali dovevano prestare servizio nella democrazia ateniese?

Scene

Acropoli

La cittadella di Atene

Le acropoli (cittadelle) erano un complesso di edifici, utilizzati principalmente per scopi religiosi, nell'Antica Grecia. Esse erano generalmente situate nel centro delle città, in cima alle colline.

L'esempio più famoso è ad Atene, in cima ad una alta roccia calcarea blu-grigia, a 150 metri sul livello del mare. Nell'età dell'oro della democrazia ateniese, nel V secolo a.C. Pericle poteva contare sulla progettazione fatta da uno dei più famosi artisti dei tempi antichi, Fidia. I lavori sono stati seguiti da Ictino e Callicrate. Magnifici edifici sono stati costruiti uno dopo l'altro sulla roccia. La Società Archeologica Greca ha organizzato scavi su larga scala presso l'Acropoli, nella seconda metà del XIX secolo, ma i lavori non sono ancora finiti. L'Acropoli è diventata un sito UNESCO patrimonio culturale dell'umanità nel 1987.

Busto di Fidia

Propilei

I Propilei (l'ingresso)

Il termine Propilei si riferisce generalmente a antiche porte greche. I Propilei dell'Acropoli di Atene sono stati costruiti tra il 437 e il 432 a.C., sulla base dei piani di Mnesicle. (I piani originali non sono mai stati completamente attuati, per diverse ragioni.)

L'ingresso era composto da cinque passaggi, circondato da una sala con colonne doriche. Solo uno (quello nord) degli edifici previsti sui due lati dell'ingresso è stato completato.

Le grandiose scale che portano alla porta sono state costruite solo successivamente, in epoca romana.

Delle cinque porte e due sale dei Propilei, oggi restano solo parti del soffitto e le colonne esterne.

I Propilei oggi

Partenone

Tempio della dea vergine

Il Partenone era la più eminente costruzione dell'Acropoli. Uno dei più grandi templi del mondo antico, fu costruito tra il 447 e il 432 a.C., sulla base dei piani di Fidia. La realizzazione è stata gestita da Ictino e Callicrate. Solo dopo è stato nominato l'epiteto del patrono della città, Pallade Atena (Athena Parthenos, Vergine Atena).

Il tempio fu costruito in ordine dorico. Una struttura di base contiene le colonne esterne (complessivamente 46) e le pareti. Il tetto ed i due frontoni triangolari (i timpani) ornati con rilievi erano supportati da colonne. La cella centrale del tempio era divisa in due parti da un muro. La statua d'avorio di Atena, 11-12 m di altezza, progettata da Fidia era nella parte più grande, mentre la cella più piccola era usata come tesoreria.

Il Partenone oggi

Eretteo

La costruzione delle Cariatidi

L'altopiano dell'Acropoli è dominato da due templi: il Partenone e l'Eretteo. Quest'ultimo era costruito in stile ionico. La peculiarità di questo tempio sono le sei figure femminili scolpite nella pietra che sostengono l'ingresso come terrazza (dell'Eretteo).
Le cariatidi sono statue femminili usate come colonne (le controparti maschili sono chiamate figure atlas). Le cariatidi non sono state utilizzate solo dagli antichi greci, anche gli stili dell'architettura greca successiva le hanno utilizzate. La sala della colonna di Eretteo è un esempio eccezionale anche tra le altre Cariatidi antiche.

Le cariatidi

Statua di Atena

Il patrono

Il patrono della città, Pallade Atena, divenne olimpionico in quanto figlia di Zeus e di Metis.
Era adorata dagli antichi greci come la dea della saggezza, della giustizia, dell'artigianato e delle arti. (Anche se nata dalla testa Zeus a seguito di un colpo dal martello di Efesto, era ugualmente la figlia prediletta del padre.)
Atena era anche il protettore delle città. Dovette competere con Poseidone per una città in Attica. Il concorso fu vinto dalla dea, per cui la città prese il suo nome. Naturalmente i più importanti edifici dell'Acropoli sono stati costruiti in onore della dea protettrice (Atena Polia). Tuttavia, Fidia ha espresso la sua venerazione per Atena anche con un altro grande lavoro. Realizzò una colossale statua in bronzo, posandola in una parte aperta della città, essendo così visibile anche da lontano con il bel tempo.

Il patrono della città, Pallade Atena

Passeggiata

Viaggio nel tempo

Sezione del Partenone

Tempio della dea vergine

Il Partenone era la più eminente costruzione dell'Acropoli. Uno dei più grandi templi del mondo antico, fu costruito tra il 447 e il 432 a.C., sulla base dei piani di Fidia. La realizzazione è stata gestita da Ictino e Callicrate. Solo dopo è stato nominato l'epiteto del patrono della città, Pallade Atena (Athena Parthenos, Vergine Atena).

Il tempio fu costruito in ordine dorico. Una struttura di base contiene le colonne esterne (complessivamente 46) e le pareti. Il tetto ed i due frontoni triangolari (i timpani) ornati con rilievi erano supportati da colonne. La cella centrale del tempio era divisa in due parti da un muro. La statua d'avorio di Atena, 11-12 m di altezza, progettata da Fidia era nella parte più grande, mentre la cella più piccola era usata come tesoreria.

Il Partenone oggi

Pallade Atena

Il patrono

Il patrono della città, Pallade Atena, divenne olimpionico in quanto figlia di Zeus e di Metis.
Era adorata dagli antichi greci come la dea della saggezza, della giustizia, dell'artigianato e delle arti. (Anche se nata dalla testa Zeus a seguito di un colpo dal martello di Efesto, era ugualmente la figlia prediletta del padre.)
Atena era anche il protettore delle città. Dovette competere con Poseidone per una città in Attica. Il concorso fu vinto dalla dea, per cui la città prese il suo nome. Naturalmente i più importanti edifici dell'Acropoli sono stati costruiti in onore della dea protettrice (Atena Polia). Tuttavia, Fidia ha espresso la sua venerazione per Atena anche con un altro grande lavoro. Realizzò una colossale statua in bronzo, posandola in una parte aperta della città, essendo così visibile anche da lontano con il bel tempo.

Il patrono della città, Pallade Atena

Atene

La cittadella di Atene

Le acropoli (cittadelle) erano un complesso di edifici, utilizzati principalmente per scopi religiosi, nell'Antica Grecia. Esse erano generalmente situate nel centro delle città, in cima alle colline.

L'esempio più famoso è ad Atene, in cima ad una alta roccia calcarea blu-grigia, a 150 metri sul livello del mare. Nell'età dell'oro della democrazia ateniese, nel V secolo a.C. Pericle poteva contare sulla progettazione fatta da uno dei più famosi artisti dei tempi antichi, Fidia. I lavori sono stati seguiti da Ictino e Callicrate. Magnifici edifici sono stati costruiti uno dopo l'altro sulla roccia. La Società Archeologica Greca ha organizzato scavi su larga scala presso l'Acropoli, nella seconda metà del XIX secolo, ma i lavori non sono ancora finiti. L'Acropoli è diventata un sito UNESCO patrimonio culturale dell'umanità nel 1987.

Busto di Fidia

Narrazione

Le Acropoli occupavano una posizione di grande importanza nelle antiche città-stato greche.

Queste cittadelle venivano costruite nel centro della polis per essere facilmente difendibili. Oltre ad avere scopi di difesa, funzionavano anche come centri religiosi.

La cittadella di Atene ricopre un posto speciale tra le Acropoli. Ciò è dovuto, non per le sue dimensioni e per la sua importanza storica, ma anche per la sua qualità progettuale e costruttiva che la collocano ad un livello superiore rispetto ad altri edifici simili dell'Antica Grecia. Costruita su una roccia calcarea sul pianoro dell'Attica, l'Acropoli fu edificata nel V secolo a.C., durante l'epoca di Pericle. Il capo progettista delle opere religiose fu Fidia, uno dei più famosi scultori ellenistici.

Un complesso monumentale, i Propilei, fungeva da ingresso alla zona sacra. Il grande portone di marmo fu costruito in base ai progetti di Mnesicle.

Nell'epoca romana fu aggiunta una scala ad essa, accanto alla quale sorgeva uno degli esempi più belli dell'architettura ionica, il tempio di Atena Nike.

La maggior parte degli edifici situati sul promontorio fu costruita in onore di Pallade Atena, la dea protettrice della città di Atene. La statua di bronzo di Atena si trovava all'aperto, nella parte centrale dell'Acropoli.

La Calcoteca (“deposito del bronzo”) era il luogo di raccolta dei doni rituali donati alla dea.

Tra gli edifici dell'Acropoli si distingue uno dei templi più grandi, più famosi e più significativi del mondo antico, il Partenone. In base ai disegni di Fidia, Ictino e Callicrate costruirono l'opera monumentale in stile dorico con l'innesto di elementi ionici.

La cella più grande del tempio ospitava un'opera dello scultore ellenista più famoso dell'epoca: la statua di Atena (alta 12 metri).

Accanto alla statua della figlia favorita di Zeus, anche altre divinità trovarono posto nell'Acropoli. L'Eretteo fu uno dei templi religiosi dell'Acropoli che divenne famoso per le sue Cariatidi, figure di fanciulle che fungevano da colonne di sostegno.
Purtroppo, si sono salvati solo i resti del santuario di Artemide (Brauronion).

Nel 1987, l'Acropoli di Atene, che attira centinaia di migliaia di turisti ogni anno, è stata meritatamente inserita tra i siti patrimonio dell'umanità dell'Unesco.

Extra correlati

Il Colosseo

Uno degli edifici più noti e potenti di Roma dal 80 a.C., il Colosseo un tempo era il luogo...

Antico senatore romano e sua moglie

I membri della classe sociale più alta della Roma antica indossavano toghe con bordi di...

Arco di Tito (Roma, I secolo)

L’arco venne costruito nell’ingresso del Foro Romano, per commemorare la vittoria...

Le tattiche della fanteria romana antica

I membri della legione romana antica erano i maestri della strategia militare.

La rete sociale di duemila anni

La comunicazione sociale non è mica una conquista moderna, la sua storia risale fino alla Roma...

Città di Ur (3o millennio a.C.)

L’antica città situata nella vicinanza del fiume Eufrate era un centro sumerico importante.

Accampamento militare romano antico

Con l'espansione continua dell'Impero Romano, accampamenti militari furono stabiliti sui...

Guerriero persiano (V secolo a.C.)

Gli ottimi arcieri erano i membri temuti dell'antico esercito persiano.

Added to your cart.